La BCE fa bene a Piazza Affari


La borsa italiana è quella che ha tratto più vantaggio dalle decisioni prese dalla Bce. E, in attesa di dati economici migliori, la sua corsa non accenna a diminuire. Intanto, secondo gli esperti, le previsioni di un forte afflusso di liquidità e di tassi a zero per un lungo periodo di tempo dovrebbe sostenere, sebbene in presenza di qualche fisiologico assestamento, il mercato azionario italiano ancora per un bel po’. Così, se da inizio anno l’indice Ftse Mib ha incassato il 17%, il top dei fondi comuni che investe sui titoli quotati a Piazza Affari ha guadagnato persino di più, vale a dire oltre il 20%.

Nel dettaglio, i primi cinque fondi della classifica hanno segnato performance che si muovono tra il 18% e più del 23%. Si tratta di Albemarle-Atlante Target Italy che ha incassato, da inizio anno, un 23,62%, di AcomeA Italia A1 con un 20,18%, di Azimut Trend Italia con il 18,9%, di Ing Direct Top Italia Arancio P Inc con un 18,63% e di Dnca Invest South European Opp B col 18,28%. Il rendimento a tutti i costi: sembra essere proprio questo il mandato dei money manager che gestiscono questi comparti. La ricerca della performance oggi, inoltre, è ancora più marcata sulla scia del taglio dei tassi valuta da Mario Draghi e dalla Bce, che ha appiattito i rendimenti dei titoli di Stato.

Gli investitori, dunque, con più appetito al rischio, desiderosi di capital gain o semplicemente per mancanza di alternative, riparano sulle Borse. Tra queste, Piazza Affari è una delle prescelte. Del resto, il perdurare della maggiore propensione al rischio da parte degli investitori nei confronti dei Paesi periferici europei, come l’Italia, particolarmente penalizzati nelle fasi più acute della crisi, rimane alla base della prosecuzione del rialzo del mercato italiano in atto nel corso degli ultimi mesi. Andando a guardare la composizione dei portafogli, emerge che il settore finanziario è uno di quelli che ha valutazioni particolarmente sacrificate ed è, allo stesso tempo, anche uno dei più reattivi nel cogliere le opportunità di una stabilizzazione delle dinamiche del debito pubblico e di una ripresa, pur lieve, della crescita del Paese.

I migliori fondi per rendimento da inizio anno
Nome del fondoRendimento da inizio annoDimensione del fondo (mln di euro)
Albemarle-Atlante Target Italy A
23,62 %
40.257.851
AcomeA Italia A1
20,18 %
51.154.60
Azimut Trend Italia
18,9 %
56.459.445
Ing Direct Top Italia Arancio P Inc
18,63 %
10.312.783
Dnca Invest South European Opp B
18,28 %
206.873.146
State Street Global Ad. Italy Index Equity Fund P
17,97 %
9.956.238
Fideuram Italia
17,63 %
27.117.640
Fondersel P.M.I.
17,53 %
293.881.760
AZ Fd1 Italian Trend A-AZ Fd Acc
16,81 %
409.741.327
Interfund Equity Italy
16,64 %
193.072.209

Fonte: Morningstar Direct

Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi