Tags: Business |

IV trimestre: quali sono le SGR che raccolgono di più a fine 2015?

  • 18/02/2016

Secondo i nuovi dati dell'ultimo trimestre del 2015, pubblicati da Assogestioni, da ottobre a dicembre l'industria del risparmio gestito ha raccolto quasi 21 miliardi di euro. Un dato in calo rispetto allo scorso trimestre, quando il settore raccoglieva esattamente 24,8 miliardi. Così come già fatto coi dati dello scorso trimestre, - e prima ancora con quelli del II trimestre, - abbiamo ancora una volta stilato una ranking delle SGR che hanno ottenuto più sottoscrizioni durante l'ultima parte del 2015, dividendo le società italiane da quelle internazionali che operano nel mercato locale.

Chiude l'anno al vertice, così come per il periodo luglio/settembre, ancora una volta il Gruppo Generali con 8,4 miliardi di sottoscrizioni. Un saldo che è andato crescendo nel corso dell'anno: se nel I trimestre Generali aveva poco più di 3 miliardi di raccolta, già nel secondo segnava 1,5 miliardi in più e nel terzo superava i 6 miliardi di euro. Una performance annuale che si riverbera quindi nel corso di tutto il 2015.

Più altalenanti le sorti di Eurizon Capital e Pioneer Investments, che continuano sempre a mantenere il podio, stavolta alternandosi. Nel IV trimestre Pioneer supera Eurizon con poco meno di 200 milioni di raccolta, fermandosi a 1,9 miliardi di euro e perdendo 1,8 miliardi rispetto al periodo precedente. Eurizon, a 1,7 miliardi, perde invece 2,5 miliardi. Si riconferma in quarta posizione Anima Holding che da 2,5 miliardi di raccolta messi a segno da luglio a settembre 2015 passa a 1,6 miliardi di sottoscrizioni. Quinta posizione per il gruppo Azimut, che balza in avanti (era alla nona sia nel II che II trimestre) con poco più di un miliardo di raccolta. E tutto a scapito di Banca Fideuram che dalla quarta posizione nel II trimestre era passata alla sesta nel III e adesso scende fino alla nona con una raccolta di 521 milioni di euro.

SOCIETÀ DI GESTIONE ITALIANE

RACCOLTA IV TRIMESTRE 2015

1.GRUPPO GENERALI8.458,7
2.PIONEER INVESTMENTS - Gr. UNICREDIT 1.938,3
3.EURIZON CAPITAL1.753,8
4.ANIMA HOLDING 1.664,8
5.GRUPPO AZIMUT1.170,6
6.POSTE ITALIANE 1.128,2
7.GRUPPO UBI BANCA 722,5
8.GRUPPO MEDIOLANUM626,8
9.BANCA FIDEURAM 521,9
10.CREDITO EMILIANO 405,7
11.GRUPPO BANCO POPOLARE 244,6
12.BANCA ESPERIA 227,7
13.GRUPPO CASSA CENTRALE BANCA 183,4
14.ICCREA 88,9
15.BANCA POP. EMILIA ROMAGNA 78,6
16.KAIROS PARTNERS 67,3
17.GRUPPO BANCA SELLA 30,5
18.HEDGE INVEST 28,2
19.BANCA PROFILO 16,9
20.NEXTAM PARTNERS 7,6

 

Tra le case di gestione straniere Amundi Group contina a detenere il primato con una raccolta di 1,2 miliardi di euro. Esce fuori dalla classifica invece Deutsche Asset and Wealth Management che dal secondo posto nell'ultimo trimestre del 2015 soffre una perdita di -397,8 milioni. La società di gestione tedesca infatti da poco più di 2 miliardi di raccolta netta nel periodo aprile-giugno 2015 era già scesa a 643 miloni di entrate nel periodo luglio-settembre. Secondo e terzo posto invece sono per il gruppo Bnp Paribas e State Street Global Advisor. Invesco, che era uscita dalla scena, torna in classifica e si piazza la quinto posto.

 

SOCIETÀ DI GESTIONE INTERNAZIONALIRACCOLTA IV TRIMESTRE 2015
1.AMUNDI GROUP 1.282,1
2.GRUPPO BNP PARIBAS 781,2
3.STATE STREET GLOBAL ADVISORS 540,5
4.PICTET ASSET MANAGEMENT 525,3
5.INVESCO 509,5
6.JPMORGAN ASSET MANAGEMENT492,8
7.AXA 483,3
8.MORGAN STANLEY 291,0
9.CANDRIAM 198,7
10.CREDIT SUISSE 181,5
11.ALLIANZ 169,4
12.NN INVESTMENT PARTNERS 108,8
13.BNY MELLON 100,4
14.SOCIETE GENERALE 96,5
15.UBS 89,1

 

Caricare
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1

I profitti delle SGR potrebbero ridursi di un terzo nei prossimi tre anni

Uno studio elaborato da McKinsey ha rivelato che i profitti delle SGR potrebbero subire un calo tra il 30% e il 35% entro il 2018 se non si adotteranno misure più decisive per risparmiare sui costi. Nel primo trimestre di quest'anno i guadagni sono scesi del 10% rispetto al quarto trimestre del 2015. E già ci sono SGR che annunciano riduzioni nell'organico mentre alcuni esperti prevedono un aumento di fusioni e acquisizioni tra società.

Anterior 1

Prossimi eventi