Tags: Gestori |

Il podio dei gestori italiani con più fondi in gestione


Con ben 29 fondi di diritto italiano in gestione, Giovanni Radicella responsabile Investimenti Obbligazionari di Arca SGR si posiziona sul terzo gradino del podio. E' quanto emerge da un'analisi sui fondi domiciliati in Italia, realizzata da Funds People, su dati di Morningstar Direct per il 2013. Lo precedono, in ordine Gianluca Ferretti di Anima SGR con 32 fondi e Emilio Franco di UBI Pramerica SGR con 30.

In totale ci sono 12 gestori che amministrano più di 10 fondi. Protagonista di questa classifica é la societá di gestione Anima, con cinque gestori presenti in lista, seguita da Eurizon Capital y Pioneer Investment entrambe con due gestori, come si può vedere nella seguente tabella:

GESTORESOCIETÁN. FONDI GESTITI
Gianluca FerrettiAnima SGR32
Emilio FrancoUbi Pramerica SGR30
Giovanni RadicellaArca SGR29
Armando CarcaterraAnima SGR23
Luca FelliAnima SGR15
Lars SchickentanzAnima SGR12
Paolo BernardelliEurizon Capital11
Cosimo Marasciulo;Tanguy Le Saout;Pioneer Investments10
Salvatore BuonoPioneer Investments10
Luca NotoAnima SGR10
Alberto LuraschiEurizon Capital10
Marco SevesoSoprarno SGR10

 

Giovanni Radicella, responsabile Investimenti Obbligazionari di Arca SGR, si é aggiudicato il bronzo per numero di fondi gestisti e confessa che il fondo più rappresentativo per lui  è Arca Bond Corporate uno dei primi fondi di diritto italiano specializzato in corporate bonds , lanciato a inizio 2001, e uno dei più importanti per masse gestite (attualmente 450 mln di euro). "Ho avuto l’onore di tenerlo a battesimo sin dall’inizio e la sua storia raffigura un processo disciplinato e corretto che è partito già prima che il fondo venisse lanciato" analizzando bene  la scelta del benchmark,  dell’universo di emittenti, dei titoli in cui effettivamente investire e costruendo il team di analisi finanziaria e di gestione adatto a tale tipo di prodotto spiega Radicella.

Per quanto riguarda la strategia di gestione, ci spiega Radicella  che “questo fondo rappresenta in modo completo come dovrebbe essere fatta la gestione di portafoglio (non necessariamente di corporate bonds): da una parte l’analisi macro codificata disciplinatamente in quella che noi chiamiamo scorecard di mercato ci permette di formare una view sul mercato corporate nel suo complesso sulla base delle nostre aspettative e metodologie di valutazione, dall’altra un modello rigoroso di analisi bond per bond , emittente per emittente, ci aiuta a costruire un portafoglio di singoli titoli anche qui in modo coerente e ben strutturato".

Circa la visione attuale del mercato italiano delle obbligazioni societarie , secondo il gestore "è in una importante fase di fermento: da una parte le banche stanno cercando di ridurre le loro esposizioni in bilancio per rispettare i parametri europei e quindi centellinano il credito alle imprese, dall’altra le imprese hanno bisogno di credito se non altro per rifinanziarsi o per finanziare nuovi progetti e quindi sul mercato italiano si stanno sempre più affacciando i cosiddetti ‘first time issuers’ cioè emittenti che non avevano mai emesso prima e che per attrarre gli investitori offrono rendimenti di sicuro interesse.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi