Il fondo Euregio Minibond investe nell’ICT


Nato con l'obiettivo di supportare economicamente il territorio, il fondo Euregio Minibond, istituito e gestito da PensPlan Invest SGR ha sottoscritto l'emissione da 5 milioni di euro di Dedagroup ICT Network è una realtà specializzata nella produzione di software per le Banche, il Fashion, il Treasury and Cash Management, la Pubblica Amministrazione e la Web Integration. L'emissione avrà durata di 5 anni e si rivolge esclusivamente a investitori istituzionali locali.
 
Il fondo Euregio Minibond, attento alla ricerca e innovazione assistita da Galante e Associati Studio Legale, e dall’Arranger and Advisor del fondo PRADER BANK, ha deciso di sostenere il progetto attraverso la sottoscrizione dell’emissione. Una quota come coinvestitore è stata anche sottoscritta da Mediocredito Trentino Alto Adige. 'E’ per noi motivo di orgoglio e soddisfazione - afferma Stefano Tomazzoni, Presidente di PensPlan Invest SGR SpA – poter affiancare e supportare aziende nate sul territorio, solide, innovative, operanti anche in ambito internazionale in un settore in forte espansione e veloce evoluzione. L'intervento in Dedagroup costituisce la nona sottoscrizione di Euregio Minibond, che si conferma essere un concreto strumento finanziario a supporto dei piani di sviluppo delle imprese della nostra Regione. 
 
"Questo investimento nel Fondo Euregio Minibond è un ulteriore esempio che i fondi pubblici e privati tornano utili all'economia reale. Questi fondi, che altrimenti sarebbero stati investiti a livello internazionale, rimangono in Trentino-Alto Adige, permettendo di realizzare progetti rilevanti per il futuro, assicurando posti di lavoro e generando tasse, che a loro volta ricadono nella Regione," sottolinea Josef Prader, fondatore di PRADER BANK. 
 
Dedagroup ICT Network conta oggi su 14 aziende, oltre 1600 persone altamente specializzate, 25 sedi operative in Italia e all’estero che servono oltre 3500 clienti. Con sede in Trento e un fatturato di oltre 200 milioni di euro, si colloca fra le prime dieci realtà ICT a capitale italiano. 
Negli oltre 30 anni di presenza nel settore IT, il Gruppo ha saputo costruire relazioni consolidate con una ampia base di clienti, grazie allo sviluppo di soluzioni software proprietarie attraverso le quali i clienti governano i loro processi core. Oltre 1.200 pubbliche amministrazioni, 250 istituti di credito, 200 aziende della Moda si avvalgono dei software sviluppati da Dedagroup ICT Network per gestire le loro attività. Dal 2009 il Gruppo ha avviato la sua strategia di internazionalizzazione, cui il nuovo pianoindustriale dà vigorosa spinta. 
Dedagroup ICT Network è controllata, attraverso Sequenza Spa, da Lillo Spa. L’appartenenza al 
gruppo industriale Podini-Lillo di Bolzano la rende partecipe di una realtà imprenditoriale il cui fatturato 2014 consolidato supera i 2 miliardi di euro.
 
 
 
Società

Altre notizie correlate


È tempo di minibond

Anthilia BIT, il fondo per le Pmi italiane che investe in minibond, nato dalla partnership con le principali banche regionali italiane, grazie all’adesione di Banca Popolare di Bari può contare su una disponibilità totale ad oggi di 129 milioni di euro.

Prossimi eventi