I fondi di State Street Global Advisors con il Marchio Funds People


State Street Global Advisors (SSGA) è stata fondata a Boston nel 1978 per fornire servizi di gestione degli investimenti volti a clienti istituzionali. La società è l’asset manager di State Street Corporation, gestisce masse per 2.400 miliardi di dollari, e ha una portata globale con prospettiva locale, focalizzandosi soprattutto su una costante attenzione sui propri clienti, sulle loro sfide e sui loro obiettivi. Per quasi quattro decenni, State Street Global Advisors si è impegnata a supportare la propria clientela nel raggiungere la loro sicurezza finanziaria, e collabora con molti dei più sofisticati investitori e dei più grandi intermediari finanziari del mondo, per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi, attraverso un rigoroso processo d’investimento basato su discipline attive.

L’asset manager americano registra dodici prodotti con Marchio Funds People, due dei quali sono degli azionari Consistenti, e i restanti dieci sono invece dei Blockbuster (cinque azionari e cinque fixed income).

Il primo dei Consistenti per masse totali (388 milioni di dollari) è lo SSgA Global Managed Volatility Equity Fund, un azionario internazionale large cap blend gestito da David Arrighini con l’obiettivo di fornire rendimenti competitivi in relazione all’indice MSCI World (Net) nel lungo termine, mantenendo una volatilità relativamente bassa. Il fondo è gestito con uno stile di gestione attivo; ciò significa che il gestore non si limita a cercare di replicare il rendimento dell’indice ma piuttosto sceglie taluni titoli da acquistare e vendere che ritiene siano in grado di consentire al comparto di ottenere un rendimento superiore a quello dell’indice stesso. Il gestore, quindi, acquista generalmente azioni dai Paesi in cui l’indice è compreso e, avvalendosi del proprio processo di investimento, cerca di selezionare i titoli che ritiene presentino minore volatilità rispetto all’indice, potenzialmente in grado di conseguire rendimenti superiori a quelli dello stesso. Inoltre, il gestore applica al portafoglio delle linee guida di diversificazione, ponderando selezione e diversificazione dei titoli, e può anche ricorrere a strumenti finanziari derivati (ossia, contratti finanziari i cui prezzi dipendono da una o più attività sottostanti) per una gestione efficiente del portafoglio e per ottenere l’esposizione degli investimenti.

L’altro Consistente è lo SSgA Europe Managed Volatility Equity Fund, un azionario europeo large cap blend con masse pari a 190 milioni di euro, gestito da Selim Dekali. L’obiettivo del fondo è quello di fornire rendimenti competitivi in relazione all’indice MSCI Europe (Net) nel lungo termine mantenendo una volatilità relativamente bassa. Il comparto è gestito con uno stile di gestione attivo, ciò significa che il gestore non si limita a cercare di replicare il rendimento dell’indice, ma, piuttosto, sceglie taluni titoli da acquistare e vendere che ritiene siano in grado di consentire al fondo di ottenere un rendimento superiore a quello dell’indice stesso. Il fondo acquista generalmente azioni dai Paesi in cui l’indice è compreso, e avvalendosi del proprio processo di investimento, il gestore cerca di selezionare i titoli che ritiene presentino minore volatilitl rispetto all’indice e il potenziale per conseguire rendimenti superiori a quelli dello stesso. Inoltre, il gestore pondera selezione e diversificazione dei titoli, e mira a creare un portafoglio di azioni che raggiunga l’obiettivo di investimento, e può anche ricorrere a strumenti finanziari derivati (ossia, contratti finanziari i cui prezzi dipendono da una o più attività sottostanti) per una gestione efficiente del portafoglio e per ottenere l’esposizione degli investimenti.

Blockbuster

Per quanto concerne i prodotti Blockbuster, partendo dagli azionari, troviamo lo State Street World Index Equity Fund, un azionario internazionale large cap blend con masse pari a 3,22 miliardi di dollari, gestito da Frédéric Jamet. L’obiettivo del fondo è quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’MSCI World Index, e mira a mantenere il tracking error a un valore inferiore all’1%. Il gestore investe generalmente almeno il 90% delle attività del fondo in titoli compresi nell’indice, fino al 10% delle attività in titoli di debito negoziabili, strumenti del mercato monetario o azioni di altri fondi comuni, e può anche detenere una porzione delle attività in contanti. Il comparto può ricorrere a strumenti finanziari derivati (ossia, contratti finanziari i cui prezzi dipendono da una o più attività sottostanti) per una gestione efficiente del portafoglio.

Lo State Street EMU Index Equity Fund, invece, è un azionario europeo large cap blend con masse pari a 1,56 miliardi di euro, gestito da Anne Schwartz-Navarre. L’obiettivo del fondo è quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’MSCI EMU Index, e mira a mantenere il tracking error a un valore inferiore all’1%. L’indice è un parametro di riferimento del rendimento di tutte le azioni quotate nei Paesi della zona euro, e il comparto investe generalmente almeno il 90% delle proprie attività in titoli compresi nell’indice stesso, e fino al 10% delle proprie attività in titoli di debito negoziabili, strumenti del mercato monetario o azioni di altri fondi comuni, e può anche detenere una porzione delle proprie attività in contanti. Il gestore può ricorrere a strumenti finanziari derivati (ossia, contratti finanziari i cui prezzi dipendono da una o più attività sottostanti) per una gestione efficiente del portafoglio.

Lo State Street US Index Equity Fund è un azionario USA large cap blend con masse pari a 1,58 miliardi di dollari, gestito da Bertrand Gouez. L’obiettivo del fondo è quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’MSCI USA Index, e mira a mantenere il tracking error a un valore inferiore all’1%. L’indice è un parametro di riferimento del rendimento di tutte le azioni quotate negli Stati Uniti. Il comparto investe generalmente almeno il 90% delle proprie attività in titoli compresi nell’indice stesso, fino al 10% in titoli di debito negoziabili, strumenti del mercato monetario o azioni di altri fondi comuni, e può anche detenere una porzione delle proprie attività in contanti. In circostanze limitate, il gestore può acquistare titoli non compresi nel benchmark.

Lo SSgA Enhanced Emerging Markets Equity Fund è un azionario dei Paesi emergenti large cap blend con masse pari a 1,54 miliardi di dollari, gestito da Simon Roe, che ha come obiettivo quello di cercare di sovraperformare il rendimento dell’indice MSCI Emerging Markets FreeSM nel lungo termine. Il fondo è gestito con uno stile di gestione attivo, e il gestore sceglie taluni titoli da acquistare e vendere che ritiene siano in grado di consentire al comparto di ottenere un rendimento superiore a quello del benchmark. Il gestore generalmente acquista azioni emesse da società che si trovano nei mercati emergenti compresi nell’indice e in altri mercati emergenti, e può anche ricorrere a strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio e per ottenere l’esposizione degli investimenti.

Per concludere la categoria degli azionari Blockbuster troviamo lo State Street North America Enhanced Equity Fund, un azionario USA large cap blend con masse pari a 984 milioni di dollari. L'obiettivo del fondo è quello di cercare di superare il rendimento dell’MSCI North America Index. L'indice è un parametro di riferimento del rendimento di mercato dei titoli emessi dalle società della regione dell'America del Nord. Il gestore investe generalmente almeno il 90% delle attività in titoli compresi nell'indice, e può inoltre acquistare titoli non compresi nello stesso. Il comparto impiega una strategia di selezione multifattoriale al fine di stabilire quali titoli acquistare, e tale selezione si basa su elementi quali crescita prevista, valore e sentiment di mercato. Il gestore può, infine, utilizzare strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio.

A proposito dei fondi obbligazionari Blockbuster, invece, abbiamo in primis lo SSgA Global Aggregate Bond Index Fund, un obbligazionario globale con masse pari a 1,82 miliardi di dollari. L’obiettivo del comparto è quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’indice Barclays Global Aggregate Bond. L’indice fornisce un ampio parametro di misura dei mercati di debito globali di tipo investment-grade (alta qualità) e comprende obbligazioni di tipo investment grade emesse da governi e società, e taluni tipi di titoli ABS (ossia, titoli il cui valore e le cui distribuzioni di reddito derivano e sono garantiti da un pool specifico di attività sottostanti). Poichè il benchmark comprende troppi titoli per acquistarli in modo efficace, o comprende titoli che potrebbe essere difficile acquistare in mercati aperti, il gestore costruisce un portafoglio rappresentativo che mira a riprodurre fedelmente il rendimento dell’indice, di conseguenza, il fondo detiene normalmente solo una selezione dei titoli compresi nello stesso, e in talune circostanze, può acquistare titoli non compresi in tale benchmarck. Il fondo può, infine, ricorrere a strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio.

Lo SSgA Euro Aggregate Corporate Bond Index Fund è un obbligazionario corporate con un patrimonio totale pari a 1,85 miliari di euro, che ha come obiettivo quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’Indice Barclays Euro Corporate Bond. L’indice è un parametro di riferimento del debito societario europeo di tipo investment-grade (alta qualità) e comprende obbligazioni investment grade a tasso fisso emesse in euro da società industriali, finanziarie e di pubblica utilità. Poichè l’indice comprende troppi titoli per acquistarli in modo efficace, o comprende titoli che potrebbe essere difficile acquistare in mercati aperti, il gestore costruisce un portafoglio rappresentativo che mira a riprodurre fedelmente il rendimento dello stesso, e in talune circostanze, il gestore può acquistare titoli non compresi in tale benchmark. Il comparto può ricorrere, infine, a strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio.

Lo SSgA Global Treasury Bond Index Fund è un obbligazionario globale governativo con masse pari a 1,27 miliardi di dollari, gestito da John Philpot, che ha come obiettivo quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’indice Barclays Global Treasury Bond, investendo in titoli che comprendono obbligazioni di tipo investment grade emesse dai governi di tutto il mondo. Poichè l’indice comprende troppi titoli per acquistarli in modo efficace, o comprende titoli che potrebbe essere difficile acquistare in mercati aperti, il gestore costruisce un portafoglio rappresentativo che mira a riprodurre fedelmente il rendimento dello stesso, e in talune circostanze, il gestore può acquistare titoli non compresi in tale benchmark. Il comparto può ricorrere, inoltre, a strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio.

Lo SSgA Euro Core Treasury Bond Index Fund è un obbligazionario europeo governativo con masse pari a circa 707 milioni di euro, che ha come obiettivo quello di cercare di replicare il più fedelmente possibile il rendimento di una selezione personalizzata dell’indice Barclays Global Treasury Bond, investendo prevalentemente in titoli compresi nello stesso. L’indice è un parametro di riferimento personalizzato di debito governativo di Germania, Francia e Paesi Bassi, e comprende obbligazioni investment grade emesse in euro dai governi di questi Paesi. Poichè tale indice comprende troppi titoli per acquistarli in modo efficace, o comprende titoli che potrebbe essere difficile acquistare in mercati aperti, il gestore costruisce un portafoglio rappresentativo che mira a riprodurre fedelmente il rendimento dello stesso, e in talune circostanze, il gestore può acquistare titoli non compresi in tale benchmark. Il comparto può ricorrere, infine, a strumenti finanziari derivati per una gestione efficiente del portafoglio e per ottenere l’esposizione degli investimenti.

Infine, troviamo lo SSgA Euro Sustainable Corporate Bond Index Fund, un obbligazionario corporate con masse pari a circa 812 milioni di euro, che ha come obiettivo quello di replicare il più fedelmente possibile il rendimento dell’indice Markit iBoxx Euro Sustainable Corporate Bond Custom, investendo prevalentemente in titoli che comprendono obbligazioni di tipo investment grade (denominate in Euro) emesse da società industriali, finanziarie e di pubblica utilità. Il fondo applica criteri di investimento responsabile cercando di replicare un indice personalizzato, dove le società comprese nello stesso sono selezionate sulla base di fattori ambientali, sociali e di corporate governance (ESG) da Triodos MeesPierson Sustainable Investment Management B.V in due fasi.

Altre notizie correlate


Prossimi eventi