I fondi di GAM con il marchio Funds People


La società svizzera GAM ha al momento nove fondi con il marchio Funds People. Uno è un Blockbuster. Si tratta del JB Absolute Return Europe Equity, un prodotto alternativo. Gestito da Andy Kastner e con un track record di cinque anni il fondo ha  un patrimonio di quasi 2 miliardi di euro e adotta due strategie di investimento nel mercato azionario europeo. Da un lato, il comparto seleziona azioni di società europee in base a un'accurata analisi delle valutazioni, acquistando o vendendo tali azioni tramite strumenti finanziari complessi. Il comparto acquista le azioni che secondo l'analisi appaiono interessanti, vendendo quelle che ritiene poco attrattive. Mediante questo processo, ottiene la cosiddetta strategia market neutral. Dall'altro, in condizioni di mercato adeguate, il fondo può acquistare o vendere singole azioni europee o indici azionari europei direttamente o attraverso strumenti finanziari complessi.

Gli altri sette fondi di GAM sono invece tutti Consistenti. Quattro sono fondi azionari. Il primo è il GAM Star (Lux) European Momentum che investire in valori mobiliari di tipo azionario e diritti rappresentativi della partecipazione al capitale di società, obbligazioni convertibili e warrant. Il gestore Gianmarco Mondani seleziona gli investimenti da effettuare sulla base dell’analisi dei bilanci delle imprese, del conti economici e dei cashflow. Questa analisi fornisce indicazioni sull’evoluzione degli utili futuri delle imprese. Inoltre il gestore valuta anche i dati economici generali per adattare gli investimenti alle condizioni di mercato correnti. Il portafoglio è composto da titoli di società prevedibilmente destinate a subire revisioni al rialzo degli utili, che ne dovrebbero accrescere il valore.

Il GAM Star European Equity invece è un azionario europeo large caps, gestito da Niall Gallagher dal 2009. Il gestore seleziona i valori attraverso un’analisi fondamentale e bottom up. Il fondo ha un track record di ben 26 anni. Il suo patrimonio globale è di circa 150 milioni di euro.

Il JB EF Health Innovation è un azionario che si concentra sul settore salute. Lanciato nel 2008 e gestito da Christophe Eggmann, il comparto investe almeno i 2/3 del patrimonio in azioni di società del settore biotecnologico. Gli investimenti interessano l'intera catena di valore del settore biotecnologico. Generalmente al suo interno vengono sviluppati processi e prodotti innovativi per i settori sanitario, agricolo, ambientale e dei prodotti alimentari.

Il JB EF Japan Stock si rivolge invece ad investitori azionari orientati al lungo termine, consci del rischio elevato, convinti del potenziale a lungo termine delle imprese giapponesi e desiderosi di soddisfare con un singolo prodotto la propria necessità d’investimento in q Il fondo investe soprattutto in azioni giapponesi, scegliendole secondo uno stile attivo di gestione (criteri quali struttura di bilancio, prospettive aziendali, qualità del management, valorizzazione di borsa ecc.). Lanciato nel 2007 è gestito da Ernst Glanzmann e Carlo Capaul.

Gli altri fondi Consistenti

Appartiene all’universo fixed income il JB BF Euro. Con un track record di oltre 10 anni il fondo investe nell’ambito dei prestiti obbligazionari europei ad elevata solvibilità. Il fondo investe soprattutto in corporate e government bond in valute europee, puntando sulla qualità, ossia con rating da AAA ad BBB. L'obiettivo consiste nel conseguire rendimenti paragonabili a quelli del mercato obbligazionario europeo. È gestito da Mario Fraefel e Bernhard Urech.

Il JB Commodity mira invece ad ottenere un rendimento addizionale a lungo termine rispetto al Rogers International Commodity IndexSM Total Return. È quindi adatto ad investitori che intendono partecipare all’interessante potenziale di sviluppo die mercati globali delle Il fondo investe attivamente nel Rogers International Commodity IndexSM che include materie prime relative a energia, agricoltura, bestiame, metalli preziosi e industriali. Con un track record di 10 anni è gestito da Fabien Weber.

Il Multilabel Artemide, gestito da Manuele Ortelli e Gianluca Pediconi, è invece un bilanciato moderato con un track record di cinque anni. Investe direttamente o indirettamente in obbligazioni o in azioni europee (con particolare enfasi sulle azioni italiane). Tuttavia utilizza anche strumenti finanziari complessi (quali i derivati), al fine, ad esempio, di proteggere i suoi investimenti più consistenti da eventuali perdite.

Infine il Popso (Suisse) Global Convertible Bond, gestito da Arnaud Gernath e Gérôme Hémard, che investe in obbligazioni convertibili internazionali denominate in euro. Il suo patrimonio è di 69 milioni di euro e ha un track record di 10 anni.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi