I fondi di Evli con il Marchio Funds People


Evli Fund Management è una società nordica, con sede a Helsinki, che appartiene ad una banca privata finlandese con tre business principali: private banking, brokerage e fondi d'investimento. Con un patrimonio di quasi 10 miliardi di euro, la SGR, nata nel 1989, gestisce attivamente circa una trentina di fondi con masse per oltre 5 miliardi, sia in reddito fisso che nei mercati azionari. Il team di analisi di Funds People ha assegnato a due prodotti il rating di  Consistente. Si tratta dell’Evli Europe e dell’Evli European High Yield.

Il primo è un fondo azionario con quattro stelle Morningstar e 674 milioni di euro. Lanciato nel 2000 e gestito da Hans-Kristian Sjöholm, segue una strategia in cui la selezione dei titoli è basata su un’analisi bottom-up e cercano aziende poco care capaci di generare cash flows. Per costruire il portafoglio il tema gestionale non si basa su un’analisi estrena nè sulla visione che hanno le aziende rispetto al suo proprio business ma studiano internamente lo stadio finanziario delle aziende che ricoprono a priori i criteri d’investimento. Nonostante il vasto universo di società, il portafoglio è abbastanza concentrato e al momento ha 42 titoli. Il gestore non copre le valute e non è soggetto a nessuna restrizione di benchmark, zona geografica o quotazione.

L’altro fondo Consistente è, come abbiamo detto sopra, l’Elvi European High Yield. Lanciato nel 2001 e gestito da Mikael Lundström, ha quattro stelle Morningstar e un patrimonio di 830 milioni di euro.  Investe principalmente in obbligazioni denominate in euro emesse da società e banche europee. Gli investimenti sono fatti su obbligazioni con merito di credito basso (high yield). Il merito creditizio degli investimenti sarà mediamente BB+ o inferiore, il che significa che gli investimenti del fondo sono soggetti a un rischio di credito sostanziale. Inoltre, fino a un massimo del 20% del patrimonio del fondo potrebbe essere investito in investimenti privi di merito creditizio ufficiale. Il rischio di credito derivante dagli emittenti individuali è ridotto diversificando gli investimenti tra decine di diversi emittenti. Il fondo può investire il patrimonio anche in contratti derivati, sia a scopi di copertura che nell’ambito della strategia di investimento stessa del fondo. Il fondo copre il rischio di valuta associato agli investimenti non denominati in euro al momento di effettuare gli investimenti. Con una gestione attiva, il fondo può discostarsi dal benchmark e ha un portafoglio diversificato.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi