I fondi a cedola, i motori della raccolta del primo trimestre


In vetta alla classifica dei fondi che hanno raccolto di più nei primi tre mesi del 2014 troviamo prodotti che appartengono alla categoria Target Maturity Funds (TMF), meglio nota come fondi a cedola a finestra di collocamento. Nel corso degli ultimi tre anni questa categoria è stata il principale driver di raccolta per l’intera industria del risparmio gestito italiano e, solo nel corso del 2013, ha visto convogliare verso questa gamma di prodotti più del 60% delle risorse. Da gennaio ad oggi, i primi 10 fondi che hanno ottenuto maggiori entrate in questa categoria, hanno superato  la soglia dei 4,2 miliardi di euro.

Il fondo BCC Cedola Attiva Dicembre 2018 è partito lo scorso 17 febbraio ed ha già raccolto oltre 241 milioni di euro. Maurizio Sansone, gestore del fondo e responsabile dei fondi in titoli di BCC Risparmio & Previdenza SGR spiega a Funds People che i motivi di successo dei fondi a cedola sono riconducibili soprattutto a fattori come: le caratteristiche proprie di questi prodotti, la trasparenza e i costi.

“I nostri TMF si propongono di distribuire cedole costanti su un orizzonte temporale definito e di rimborsare il capitale investito a scadenza”,  sottolinea il gestore. “A tal fine, la SGR seleziona i migliori titoli sul mercato che, in media, sono in grado di offrire una redditività competitiva con strumenti alternativi quali i titoli di stato di pari scadenza. Inoltre, l’efficiente processo di diversificazione e la gestione attiva, associati ad un costante e puntuale controllo del rischio, costituiscono un forte elemento di gradimento per le banche ed i loro clienti”.

Per quanto riguarda il secondo fattore, Sansone dice che “fin dal primo prodotto collocato, Aureo Cedola I 2016, Bcc Risparmio &Previdenza ha sempre mantenuto un approccio molto trasparente sul processo che porta alla costruzione del portafoglio”. E aggiunge, che “in termini di costi i fondi della gamma Cedola non prevedono commissioni di sottoscrizione e la commissione di gestione si colloca nel segmento medio-basso dei prodotti analoghi distribuiti sul mercato”. Data la natura del prodotto, a distribuzione dei proventi, che esprime in pieno la sua potenzialità se mantenuto in portafoglio sull’orizzonte temporale consigliato, è stata prevista, ad esclusivo beneficio dei clienti sottoscrittori, una commissione di anti diluizione nella misura dell’1%. Tale commissione viene applicata a tutti i clienti nel caso di disinvestimento prima dei termini consigliati e riversata nel patrimonio del fondo stesso”.

Il portafoglio del fondo è investito principalmente in strumenti di natura obbligazionaria e monetaria denominati in Euro o in valute diverse dall’Euro, di emittenti sovranazionali, governativi o societari. “Frutto di un processo molto complesso, l’allocazione finale è un portafoglio ben diversificato” (nei prodotti fin qui collocati, dai 30 ai 90 titoli), aggiunge il gestore, “nato dell’equilibrio tra limiti di rischio desiderati per ogni singolo emittente e contributo di ciascuno alla redditività del patrimonio, il quale dovrà avere una vita residua media correlata all’orizzonte temporale dichiarato e una rischiosità complessiva non superiore ai limiti definiti”.

Ranking dei primi 5 fondi a cedola per raccolta nel primo trimestre 2014:

FondoSocietà di gestioneEntrate nette
Gestielle Cedola MultiAsset
Aletti Gestielle
2.320.062.824
Eurizon Cedola Attiva Più Maggio 2019
Eurizon Capital
722.502.008
Anima Traguardo Cedola Europa 
Anima
     342.068.346 (*)
BCC Cedola Attiva Dicembre 2018
BCCRisparmio&Previdenza
241.347.684
Eurizon Cedola Attiva Top Aprile 2021
Eurizon Capital
178.102.264

Fonte: Morningstar Direct. Dati in mln di euro

(*) Manca il dato di marzo.

Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi