Gestielle Cedola Dual Brand è il fondo più venduto a settembre


L'ultimo nato in casa Gestielle è in vetta alla classifica dei fondi più venduti a settembre. Si tratta del fondo Gestielle Cedola Dual Brand che ha raccolto 782 milioni di euro lo scorso mese e oltre 1,2 mliardi di euro nel corso del periodo di collocamento, e registrando l’ennesimo importante risultato in termini di volumi. "Credo che tutto ciò possa essere ricondotto alla capacità di innovazione della nostra SGR e alla qualità dell’offerta di soluzioni di investimento che oggi siamo in grado di proporre ai risparmiatori" spiega a Funds People Fabrizio Carenini, direttore Commerciale e Marketing.

Gestielle Cedola Dual Brand è un fondo flessibile che, all’interno di un prodotto gestito da Aletti Gestielle SGR, consente anche l’accesso ad alcuni tra i migliori comparti sicav azionari della Morgan Stanley Investment Funds, una delle principali società di gestione a livello globale."E’ una proposta di investimento capace di coniugare il prestigio, la solidità e l’esperienza sia di Aletti Gestielle SGR che di Morgan Stanley,  due brand rinomati e riconosciuti come 'best player' nel panorama finanziario nazionale e internazionale, sottolinea Carenini. Ed aggiunge: "penso che i risparmiatori abbiano voluto cogliere l’occasione di beneficiare delle sinergie derivanti dall’unione di due differenti stili gestionali di due importanti società di gestione del risparmio". 

Il fondo partito lo scorso 4 agosto e gestito da Valentino Bidone, proporrà due cedole predefinite del 2% nel corso dei prossimi due anni (l’una nel 2015 e l’altra nel 2016). Ma perché continuare a puntare sui fondi a cedola? "Questi prodotti hanno un indiscutibile 'appel' sui risparmiatori in virtù della loro semplicità e chiarezza in termini di obiettivo di rendimento e orizzonte temporale dell’investimento" sottolinea Carenini. "Tuttavia non sempre è possibile realizzare soluzioni con caratteristiche simili. Oggi i bassissimi rendimenti europei lasciano davvero poco spazio alla costruzione di portafogli in grado di offrire flussi cedolari. Al centro dell’analisi per la creazione di soluzioni di risparmio non ci devono essere soltanto dinamiche orientate dal trend in atto, per noi ogni proposta di risparmio deve partire dallo scenario macro-economico e dalla conseguente view di mercato.

Se non ci sono opportunità di crescita su asset class sulle quali, con soddisfazione, abbiamo puntato in passato bisogna andare a cercarle altrove nell’esclusivo interesse del risparmiatore. Ecco perché, ad esempio, in questo momento siamo in collocamento con un nuovo fondo, sempre realizzato in collaborazione con Morgan Stanley (Gestielle Dual Brand Equity 30), che si rivolge a coloro che intendono cogliere quelle che noi consideriamo essere le opportunità offerte in questo periodo dai mercati finanziari e che non prevede flussi cedolari essendo un fondo ad accumulazione di proventi", conclude Carenini.

 

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi