Tags: Gestori | Azionario |

Fotografia delle aziende familiari di successo a livello globale


Citi Private Bank, in collaborazione con la società Campden Wealth Research, ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio volta a individuare le caratteristiche comuni delle aziende a conduzione familiare di medie dimensioni di maggior successo a livello globale. I dati sono contenuti nel report Top 50 Global Challengers che raccoglie informazioni circa una cinquantina di società in rapida crescita e con fatturati compresi tra i 200 milioni e i 6 miliardi di dollari.

Tra le principali conclusioni alle quali è giunto lo studio vi è che la maggior parte di queste aziende è riuscita a espandere le sue operazioni a livello internazionale focalizzandosi su un unico settore. Nello specifico, 43 delle 50 aziende citate nel report operano all’interno di un singolo settore economico e il loro business abbraccia in media 3,7 regioni (nonostante il 62% di esse siano europee o nordamericane).  

Un altro dato interessante che emerge dallo studio riguarda il fatto che è il settore secondario, dedicato alla produzione di beni a partire da materie prime, quello più rappresentato. Un 24% riguarda il commercio al dettaglio, i beni di consumo e il lifestyle mentre un altro 24% ha a che fare con l’agricoltura, gli alimenti e le bevande.

Come ricorda Philip Watson, head of global investment lab di Citi Private Bank, “questi settori hanno tratto vantaggio da un’importante crescita demografica, dall’urbanizzazione, dalla produzione di massa e da una particolare attenzione a soddisfare le richieste dei consumatori. Grazie a investimenti di capitale relativamente bassi nelle fasi iniziali, le famiglie e le rispettive imprese hanno potuto sviluppare ecosistemi forti e spesso altamente competitivi all’interno dei loro settori”.

L’importanza di queste aziende familiari emerge anche dal numero di lavoratori impiegati. In media, sono circa 15.000 i dipendenti di ogni azienda, un dato che conferma la rilevanza economica e sociale per i territori nei quali esse operano. Anche la responsabilità sociale d'impresa (corporate social responsibility, CSR) riveste un ruolo importante nelle 50 aziende selezionate che prestano particolare attenzione all’impatto sociale e ambientale nonché alla partecipazione dei dipendenti alla vita dell’azienda.

Nel ranking delle aziende presenti all’interno della Top 50 Global Challengers figurano anche 3 italiane. Tra le prime dieci (per tasso di crescita annua) troviamo Brembo, azienda quotata su Borsa Italiana e specializzata nella costruzione di sistemi frenanti ad alte prestazioni, frizioni e altre componenti per il settore racing. Più in basso, nella classifica, troviamo anche la produttrice di caffè Illy e l’azienda di moda e abbigliamento Gianni Versace.

Ecco il ranking delle prime 10 aziende familiari di medie dimensioni per tasso di crescita annuo. 

Azienda Capitale sociale familiare (%) Generazione familiare Regione di origine Tasso di
crescita annuo (%)
Meridian Health Plan 100 Seconda America del Nord 47,3
D&L Industries Inc. 68,7 Seconda Asia-Pacifico 42,5
KBZ Group Più del 50 Seconda Asia-Pacifico 31,1
Van Oord 78,5 Quarta Europa 25,3
IMA 57,3 Seconda Europa 24,1
Sunray Woodcraft Construction 100 Seconda Asia-Pacifico 21,6
Industrias Bachoco 73 Seconda America Latina 16,9
The Middlesex Corporation 100 Seconda America del Nord 15,3
Brembo 53,5 Seconda Europa 15,1
Ottobock 100 Terza Europa 14,6

Fonte: Top 50 Global Challengers, Campden Wealth/Citi Private Bank 

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi