Fixed income, nell’area euro oltre il 31% dei governativi ha rendimento negativo


Nell’area euro la percentuale di bond governativi con rendimento negativo è salita oltre il 31% (65% per la sola Germania). Questo avrà un impatto di rilievo sui portafogli obbligazionari, quando si concretizzerà un aumento dei rendimenti. Secondo alcuni esperti di State Street, che hanno fotografato lo stato attuale dei mercati e identificato le migliori opportunità di investimento nel reddito fisso, la stima è che un incremento di 50 punti base nei rendimenti porterebbe a una perdita del 2,9%, in un solo anno, di un basket obbligazionario che si estende sull’intera curva europea. Guardando alle possibilità di trovare valore nel medio periodo, diverse occasioni sono oggi disponibili. Innanzitutto i bond ad alto rendimento e le obbligazioni in valuta locale emesse dai Paesi emergenti.

Sta di fatto che nel 2016 lo scenario più probabile resta quello di una crescita globale fragile, affiancata da rischi geopolitici. Si confermerà così il quinto anno consecutivo di crescita mondiale sotto la media. In particolare la Cina dovrebbe assestarsi intorno al 6% nell’anno in corso, mentre Brasile e Russia resteranno in recessione. Per la locomotiva USA le aspettative sono di un allungo del 2,3%, con possibili limature verso il basso, mentre l’area europea dovrebbe fermarsi all'1,6%. In un recente incontro organizzato dalla società SPDR, Chris Probyn e Niall O’ Leary, rispettivamente economista e responsabile reddito fisso dell'area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) di State Street, si sottolinea come “sia diventato sempre più difficile trovare valore”. State Street preferisce oggi esporsi al mondo emergente in local currency, anziché in valuta forte. In quest’ultimo caso prevale il rischio di credito, mentre nella prima eventualità il driver principale di rendimento deriva, oltre che dalle cedole, dal tasso di cambio. Investire oggi in valute emergenti a livello aggregato può offrire importanti rendimenti nel medio termine.

Caricare
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi