Etica e ecosostenibilità nel DNA della banca di credito cooperativo


Il concetto di responsabilità e sostenibilità è ormai molto diffuso nel mondo della finanza. L’idea di fondo è quella di un uso razionale delle risorse in modo da non compromettere la capacità di queste risorse di produrre valore nel tempo. Quindi l’obiettivo diventa quello di indirizzare i capitali verso attività che non solo generino redditività, ma che siano in grado di farlo senza pregiudicarne la funzionalità e la sostenibilità. La finanza responsabile utilizza elementi aggiuntivi nei suoi processi di analisi e nelle decisioni di investimento, quali l'atteggiamento dei governi nei confronti della corruzione, il rispetto delle aziende per il diritto del lavoro, l'innovazione nell'uso delle risorse idriche e la riduzione dell’impatto delle emissioni complessive di anidride carbonica. 

Sono caratteristiche tipiche del mondo del credito cooperativo, che storicamente è impegnato nella sostenibilità sociale, economica e ambientale del territorio in cui opera, con un legame forte e indissolubile. E proprio nell’ambito dei prodotti di investimento, il credito cooperativo ha recentemente lanciato il fondo NEF Bilanciato Etico, che investe in strumenti finanziari compatibili con i cosiddetti criteri ESG, acronimo di Enviromental, Sociale e Corporate Governance, il cui scopo è quello di sviluppare una finanza etica, ovvero allocare in modo sostenibile e responsabile i propri investimenti. Il comparto è un fondo bilanciato, il cui obiettivo consiste nell’ottenere la rivalutazione del capitale, mediante un’allocazione attiva dei rischi effettuata prevalentemente in titoli di debito e strumenti di capitale. La componente obbligazionaria potrà oscillare tra il 40% e il 75% (di cui massimo il 35% in obbligazioni societarie non investment grade), mentre la componente azionaria dal 25% al 45%. 
NEF è il fondo di investimento di diritto lussemburghese creato per offrire una soluzione di qualità alle esigenze di gestione del risparmio dei clienti delle banche fortemente radicate sul territorio. Con i suoi sedici comparti, NEF offre al risparmiatore la possibilità di costruire un portafoglio fortemente differenziato in funzione della propria strategia di investimento. L’estensione dei comparti offerti permette infatti di ripartire il proprio capitale tra le più significative opzioni presentate dai mercati scegliendo tra specifici settori dell’economia, aree geografiche e tipologie di prodotti.

Il fondo NEF Bilanciato Etico è gestito in delega da Amundi SGR. Amundi ha fatto dell’investimento socialmente responsabile uno dei pilastri della sua strategia di sviluppo. Oltre ad aver siglato nel 2006 i Principi per l’Investimento Socialmente Responsabile (PRI) Amundi è tra i fondatori della Portfolio Decarbonization Coalition. La società è attivamente coinvolta nelle attività finalizzate all’innovazione del settore che l’hanno portata recentemente alla promozione di indici a bassa emissione di carbonio. 

 

Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi