Tags: Legale |

È arrivato l’ok della Consob in tema di disciplina sugli incentivi per SGR, Sicav e Sicaf (II)


Per quanto riguarda il tema della ricerca il documento realizzato da Assogestioni riprende, sviluppandolo, quanto previsto dalla Consob nella Comunicazione n. DIN/9003258 del 14 gennaio 2009 avente ad oggetto le “Misure di livello 3 concernenti la tematica della ricerca in materia di investimenti nel rapporto tra gestore e negoziatore”. In particolare, le Linee Guida prevedono che le società possano considerare soddisfatto il requisito dell’accrescimento della qualità del servizio dalla stessa prestato a quattro condizioni. Ovvero se la ricerca è in grado di fornire valore aggiunto al servizio di gestione collettiva prestato dalla Società; se rappresenta un’elaborazione originale, mediante considerazioni e valutazioni critiche di fatti nuovi o già esistenti, e non la mera ripetizione o riformulazione di dati esistenti o già diffusi; se è rigorosa e non si limita ad affermare ciò che è comunemente noto o evidente; se comprende un’analisi o un’elaborazione di dati volte a raggiungere conclusioni significative. In ogni caso, nel documento si precisa che la ricerca fornita deve essere apprezzabile autonomamente rispetto agli altri servizi forniti dal negoziatore (cosiddetto unbundling) e deve sempre essere rispettata la best execution.

Si tratta di principi presenti nell’Advice dell’ESMA alla Commissione Europea sulle misure di secondo livello di attuazione della MiFID II. Roberta D’Apice, direttore del settore legale dell’associazione, sottolinea infine la funzione della ‘validazione’ delle Linee Guida ricevuta dalla Consob: “essa consente alle società che intendessero adottarle di individuare un ‘porto sicuro’, nel senso che i comportamenti operativi, ove conformi con le soluzioni applicative individuate nelle Linee Guida validate, saranno considerati dalla Consob in linea con il quadro normativo vigente”. Sarà dunque cura dell’associazione, così come previsto nella Policy della Consob, provvedere alla pubblicazione sul proprio sito internet della lista delle associate che avranno ritenuto di aderire alle Linee Guida validate dalla Consob. “Le Linee Guida sono un cantiere aperto al servizio degli operatori e potranno essere oggetto di revisioni e integrazioni da parte dell’Associazione a seguito sia di un ulteriore confronto con le associate sia di quanto emergerà a livello europeo, una volta completato il quadro normativo relativo alla MiFID II” conclude la D’Apice. 

 

Professionisti

Altre notizie correlate


Consob, scende in campo l'Arbitro

L'autorità di vigilanza ha approvato l’introduzione dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) la cui competenza resta delimitata alle controversie fra investitori e intermediari relative alla violazione degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza.

Prossimi eventi