Tags: Business |

Delprato (Banca MPS): “Ridisegnare la consulenza per mettere al centro il cliente”


Articolo estratto dal numero 14 di Funds People Italia.

Per la sezione 'Consulenza' del numero 14 di Funds People Italia abbiamo raccolto le opinioni di alcune entità italiane ed estere per capire in che modo l'arrivo di MiFID II ha già cambiato o cambierà nell'immediato futuro il loro business in termini di costi, trasparenza e tipologia di consulenza e per approfondire le sfide e le opportunità derivanti dalla sua implementazione. Riportiamo di seguito il contributo di Paolo Delprato, responsabile Area Mercati e Prodotti Retail di Banca MPS.

---

Già dal secondo semestre 2015 MPS ha iniziato a valutare gli impatti della MiFID II rispetto al suo modello di business con grande attenzione per la ricognizione di tutte le attività poste in essere dall’introduzione della direttiva MiFID I ad oggi, evidenziando gli interventi ancora possibili per rafforzare sia l’offerta sia i relativi servizi. Nel 2016 la banca ha avviato un progetto trasversale dedicato, con gruppi di lavoro suddivisi per ambito d’intervento (product governance, formazione del personale, informativa alla clientela, modello di consulenza) per massimizzare le opportunità offerte del legislatore e innalzare la qualità dei servizi resi, per dialogare con la massima trasparenza con la clientela e gestire efficientemente i processi interni e con controparti esterne.

L’aspetto più complicato della direttiva riguarda gli investimenti tecnologici cui sono tenuti gli intermediari per adempiere gli obblighi informativi e gli adeguamenti formativi della propria rete di vendita. Avere procedure che forniscano in tempo reale un preventivo costi per servizi e strumenti finanziari offerti/negoziati per i clienti è un elemento sfidante, soprattutto in contesti di dimensioni medio grandi come MPS. La banca sta ridisegnando il servizio di consulenza in materia di investimenti, rafforzando ulteriormente la centralità del cliente.

Come previsto dalla normativa europea, le informazioni che la banca detiene sulla propria clientela, insieme all’analisi delle esigenze manifestate da quest’ultima, permetteranno di innalzare la qualità del servizio offerto. MPS ha pensato a un modello di consulenza non indipendente declinato in funzione dei bisogni e delle esigenze finanziarie dei clienti. L’invio di nuovi report informativi alla clientela è sicuramente uno spunto da cogliere con vigore per aumentare il livello di trasparenza, avvicinare il cliente, creare occasioni di contatto, e incrementare il livello di education finanziaria.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi