Tags: Business | Azionario |

De Gasperis (Mediolanum Gestione Fondi): "Noi, primo investitore su AIM Italia"


Sarà l’anno delle PMI italiane? I presupposti ci sono e i numeri incoraggiano. Da gennaio, e con l’introduzione da parte del governo dei famosi Piani individuali di risparmio, tutte le stime sembrano parlare di cifre importanti. Il risparmio gestito italiano scommette sulle PMI e la presenza di investitori dedicati aumenta, requisito fondamentale per poter consolidare l’utilizzo del mercato e far crescere l’AIM Italia. Secondo IR Top Consulting, partner equity markets di Borsa Italiana, nel primo trimestre, anche a seguito dell'introduzione dei PIR, il FTSE AIM Italia segna una crescita a doppia cifra e tutti gli indici small e mid cap registrano un trend molto positivo: FTSE MID Cap: +17%, FTSE STAR: +22%, FTSE Small Cap: +20%, FTSE AIM: +11%. Inoltre, il 71% delle società AIM ha registrato una performance positiva pari in media al +28% da inizio anno. L'effetto PIR su AIM Italia inizia a produrre risultati tangibili anche in termini di controvalore medio giornaliero, che passa da una media di 35.000 euro nell’ultimo anno a oltre 67.000 euro nel primo trimestre 2017, registrando una  crescita superiore rispetto all'MTA nello stesso periodo (+93% vs +32%).

L’osservatorio IR Top ha elaborato anche la classifica di chi è più attivo sul mercato AIM Italia, con oltre 5 milioni di euro di investimento complessivo. A scommettere di più sulle piccola e media impresa del mercato AIM è Mediolanum Gestione Fondi SGR, con un investimento complessivo, al 31 marzo 2017, pari a 27,5 milioni di euro e un numero di società partecipate pari a 26. Le partecipazioni fanno riferimento soprattutto a tre fondi, che rientrano tra i Blockbuster di Funds People, Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia, Mediolanum Flessibile Futuro Italia e Mediolanum Challenge Italian Equity.

“I PIR rappresentano certamente una importante novità e un potenziale punto di svolta per il mercato mobiliare domestico”, spiega a Funds People Lucio De Gasperis, direttore generale della società di gestione. “In un contesto in cui l’intermediazione creditizia ha tradizionalmente caratterizzato il sistema finanziario e la circolazione delle risorse finanziarie nel nostro Paese, la recente crisi economico-finanziaria ha mostrato la chiara necessità di disporre di mercati finanziari maggiormente sviluppati in termini di capitalizzazione delle società e volume delle emissioni. In questo senso, i PIR rappresentano una preziosa opportunità sia per le PMI italiane, sia per i risparmiatori. Dal lato delle imprese, la crescente disponibilità di risorse rappresenta la condizione necessaria, sebbene non sufficiente, per rendere realizzabili nuovi progetti imprenditoriali, contribuendo a rilanciare l’economia reale del nostro Paese. Dal lato dei risparmiatori, i PIR offrono l’opportunità di beneficiare dei risultati economici conseguenti alla realizzazione di questi progetti e una ulteriore possibilità di diversificazione dei portafogli. A questo, si aggiungono inoltre per i risparmiatori vantaggi fiscali non secondari”.

I fondi di Mediolanum Gestione Fondi d’altronde già da anni hanno maturato al proprio interno profonde competenze e conoscenze tecniche per individuare i titoli delle piccole e medie imprese più appetibili. “La selezione delle società passa necessariamente attraverso tutta una serie di valutazioni che riguardano la consistenza dei piani industriali, la qualità del management, la capacità innovativa e la capacità di penetrazione dei mercati di riferimento”, chiarisce De Gasperis. “La selezione del potenziale valore presente nei migliori progetti imprenditoriali è un presupposto imprescindibile per la valorizzazione del risparmio”. Che sul mercato AIM aggiunge: “la costante relazione con le società è funzionale sia ad una più approfondita conoscenza sull’effettiva implementazione degli obiettivi prefissati, sia all’individuazione degli obiettivi che la stessa società intende raggiungere nel medio termine. Questa modalità operativa ha permesso a Mediolanum Gestione Fondi di conseguire un importante primato non solo in termini di investimenti, ma anche di qualità di analisi del mercato AIM Italia”.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1 3
Anterior 1 3

Prossimi eventi