Continua la fase rialzista dell'azionario indiano


L’equity indiano si sta dimostrando uno dei mercati più performanti della regione asiatica, con il Sensex che ha guadagnato il 18,6% nel corso del 2017 (al 05/10). La fase bullish dell’asset class, inizia a dicembre dello scorso anno, è stata sostenuta da diversi fattori come l’andamento positivo dell’economia del Paese, il miglioramento dei fondamentali, le riforme strutturali attuate del governo Modi, che stanno di fatto sostenendo la crescita degli utili, e gli afflussi di capitali proveniente dall’estero. Secondo Chandrashekhar Sambhshivan, direttore degli investimenti azionari di Invesco, l’azionario indiano appare ben posizionato nel medio/lungo termine, anche se le valutazioni risultano elevate. Secondo i dati di Bloomberg, le azioni indiane scambiano su livelli P/E di 23,08 volte, contro un P/E di 21,49 volte per l’S&P 500. In ogni caso, “nonostante il P/E forward stia scambiando su livelli ben al di sopra della media degli ultimi 5 anni, le valutazioni non risultano eccesivamente care”, precisa Sambhshivan.

Le riforme attuate dal governo Modi e la crescita demografica rappresentano dei fattori positivi per i consumi domestici. La casa di gestione americana mantiene una sovraesposizione sulle banche retail indiane e sulle società maggiormente legate ai consumi interni come abbigliamento di marca, aria condizionata, prodotti di base e per l’edilizia.

Entrando più nel dettaglio, la Goods and Services Tax (GST), entrata in vigore a luglio di quest’anno, ha introdotto un sistema unico di tassazione nel Paese, con l'obiettivo di portare ad un miglioramento della competitività della produzione nazionale nel medio termine, mentre le riforme del settore finanziario consistono nell’introduzione di un codice che favorisce la pulizia dei bilanci e lo smaltimento dei crediti inesigibili. Inoltre, la scelta di Modi di attuare una politica di demonetizzazione a novembre dello scorso anno non ha sortito gli effetti sperati, poiché quasi tutte le banconote annullate sono state nuovamente depositate nel sistema finanziario. Tuttavia, quest'iniziativa ha portato anche degli effetti positivi, ovvero un aumento delle transazioni digitali e della penetrazione del sistema bancario nei settori più emarginati della popolazione. Inoltre, ora le banche dispongono di una più ampia base di depositi che probabilmente si tradurrà in una maggiore propensione a concedere prestiti nei prossimi mesi, contribuendo a stimolare la crescita del Paese. “Negli ultimi tre anni sono stati aperti più di 270 milioni di conti correnti e abbiamo osservato un forte aumento degli investimenti in strumenti finanziari. Dal secondo trimestre del 2014, quasi tutti i mesi abbiamo osservato afflussi netti verso i fondi azionari locali”, sottolinea l’esperto.

Inoltre, la crescita economica del Paese è rallentata nel secondo trimestre dell’anno, con il PIL che è sceso a 5,7%, rispetto al 6,1% del primo trimestre. Secondo gli economisti di Schroders, la debolezza dell’economia indiana potrebbe essere legata ai possibili disagi iniziali nell’implementazione della GST, anche se Patel (governatore della RBI) spera di risolvere questa situazione nella seconda metà dell’anno fiscale. In occasione della riunione di politica monetaria del 4 ottobre, l’RBI ha tagliato le previsioni di crescita del PIL per l’anno fiscale, portandole dal 7,3% al 6,7%. A tal proposito, "mentre la revisione al ribasso delle previsioni di crescita è stata considerata una mossa “da colomba” da parte dei mercati, a nostro avviso il fatto che la RBI abbia collegato il rallentamento economico a effetti transitori può suggerire che per ora la Banca centrale non è incline a tagliare ulteriormente i tassi a supporto della crescita”, concludono gli esperti.

I fondi azionari India con Marchio Funds People

Fondo Categoria Morningstar Società di gesitone Rend. % (in euro) Marchio Funds People
MS INVF Indian Equity  EAA Fund India Equity Morgan Stanley 18,12 C
Schroder ISF Indian Equity  EAA Fund India Equity Schroders 13,11 C
JPM India  EAA Fund India Equity JPMorgan 12,24 B
PineBridge India Equity  EAA Fund India Equity PineBridge 4,77 C
Stewart Investors Indian Sbctnt  EAA Fund India Equity First State 4,10 C

Fonte dati: Morningstar Direct al 30/09/2017

Altre notizie correlate


Prossimi eventi