Tags: Legale |

Consob rinforza alcuni aspetti del KIID per gli OICR


La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob), dopo aver completato un processo di analisi su ciascuna sezione in cui è suddiviso il KIID, ha riscontrato alcuni punti che devono essere rinforzati.

La comunicazione della vigilanza si centra principalmente su:

- Analisi risk-based: "istituire nuovi fondi comuni caratterizzati da una politica di investimento finalizzata a ottenere un determinato obiettivo di investimento in un numero predefinito di anni (cd. target maturity funds, quali fondi strutturati a formula e fondi a cedola). La peculiarità di questi prodotti è l'offerta al pubblico limitata nel tempo che, pertanto, viene spesso accompagnata da politiche commerciali mirate".

- Profili di trasparenza: Laddove la gestione di portafoglio sia di tipo flessibile e, quindi, non ancorata a un benchmark di riferimento, nella sezione "obiettivi e politica di investimento" del KIID risulta opportuno non indicare il parametro (maggiorato dell'eventualespread) rispetto a cui viene commisurata la commissione di incentivo in quanto esso costituisce un "obiettivo di rendimento" e non un parametro di riferimento a cui confrontare le scelte circa gli specifici investimenti da realizzare. Il parametro sarà, pertanto, indicato esclusivamente nel paragrafo dedicato alle "spese". Infine, con riguardo al rischio di cambio, si richiama l'attenzione sulla necessità non soltanto di descrivere, seppur sinteticamente, la politica di gestione di tale rischio (copertura o meno) ma anche di selezionare (ove pertinente) unbenchmark coerente con l'effettiva esposizione del portafoglio al rischio valutario".

Secondo il comunicato, la conclusione preliminare è stata "le ‘informazioni chiave contenute nel KIID – da cui poter enucleare le caratteristiche essenziali del prodotto – devono risultare coerenti con quelle, maggiormente dettagliate, riportate nel prospetto informativo dell'OICR. Chiarezza e trasparenza delle informazioni contenute nel KIID, nonché coerenza con il prospetto informativo, sono elementi imprescindibili alla luce della circostanza che il KIID è l'unico documento di cui è prevista la consegna obbligatoria all'investitore.

Al fine di assicurare la comparabilità delle informazioni rese dai diversi OICR aperti armonizzati presenti sul mercato (cd. level playing field), con il Regolamento UE 583 del 1° luglio 2010 la Commissione Europea ha dettagliato il formato e il contenuto del KIID. A completare l'opera di armonizzazione, su mandato conferito dalla Commissione Europea, prima il CESR e poi l'ESMA hanno fornito linee guida e interpretative per la redazione del KIID(2), suscettibili di futuri aggiornamenti", finisce.

Altre notizie correlate


Prossimi eventi