Tags: Business |

Completata la fusione, nasce Bank Degroof Petercam


In seguito all’approvazione della fusione tra Bank Degroof e Petercam da parte delle autorità di vigilanza, le assemblee degli azionisti di Petercam nv/sa e di Bank Degroof nv/sa hanno convalidato l’operazione. Gli azionisti di Petercam hanno dato il via libera al trasferimento degli attivi e dei passivi della società al gruppo Bank Degroof Petercam e allo scioglimento della società originaria, Petercam nv/sa. Quanto a Bank Degroof, l’assemblea degli azionisti ha approvato l’assorbimento delle attività di Petercam, il cambio del nome in Bank Degroof Petercam e il nuovo statuto, e ha poi nominato i nuovi membri del Consiglio di amministrazione. Le società controllate di entrambi i gruppi (le società di gestione del risparmio e le controllate lussemburghesi) sono destinate a fondersi e a integrarsi in seguito.

Con quartier generale a Bruxelles, Bank Degroof Petercam impiega 1400 professionisti nei suoi uffici in Belgio, Lussemburgo, Francia, Spagna, Svizzera, Paesi Bassi, Germania, Italia e Hong Kong. Con un patrimonio in gestione di oltre 50 miliardi di euro, la nuova realtà rappresenta il principale gruppo indipendente in Belgio che offre una combinazione unica tra private banking, gestione di patrimoni istituzionali, investment banking (corporate finance e intermediazione finanziaria) e servizi per le gestioni patrimoniali.

Philippe Masset, ceo di Bank Degroof Petercam ha dichiarato: “Abbiamo portato a termine un viaggio straordinario che è iniziato con la firma della nostra lettera d’intenti avvenuta a gennaio. In meno di 10 mesi, i nostri team sono stati in grado di completare la due diligence, l’accordo di fusione, il processo di approvazione da parte delle autorità e l’integrazione delle risorse umane. Vorrei quindi ringraziare tutti per il lavoro eccezionale e guardare ora al futuro per costruire il nostro nuovo gruppo rimanendo sempre fedeli alla nostra indipendenza, a una visione di lungo periodo e ai nostri valori umani”. Xavier Van Campenhout, deputy ceo di Bank Degroof Petercam ha poi aggiunto:“Tale operazione segna inoltre l’inizio di un percorso entusiasmante. Ora possiamo ufficialmente iniziare a integrare la nostra offerta al servizio dei nostri clienti. Questi ultimi, infatti, trarranno vantaggio da competenze ancora più forti e più diversificate nelle nostre quattro attività principali. La nostra vocazione familiare garantisce così la nostra indipendenza, servizi stabili e sostenibili, nonchè una mente aperta verso il futuro".

Per Alain Philippson, presidente del Cda di Bank Degroof Petercam “I nostri clienti e dipendenti possono contare sull'impegno a lungo termine della famiglia e degli azionisti di riferimento. Noi garantiamo l'indipendenza del nostro magnifico gruppo, che si avvia a intraprendere un nuovo capitolo della sua storia, e continuiamo a investire nel suo sviluppo". A ottobre 2015 il capital ratio del 15% (secondo Basilea III) supera di gran lunga i requisiti del settore. L'azionariato è così composto: circa il 70% è nelle mani delle famiglie e degli azionisti di riferimento (le famiglie Philippson, Peterbroeck, Van Campenhout, Haegelsteen, Schockert, Siaens e le società CLdN Finance e Cobepa). Le azioni rimanenti sono nelle mani del management e dei dipendenti, di partner finanziari e di altri azionisti.

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi