Tags: Business | Consulenza |

CFO SIM, a metà giugno parte Timeo Neutral Sicav


A giugno partirà Timeo Neutral Sicav, nuova sicav lussemburghese nata dalla collaborazione tra CFO SIM e la banca svizzera Zarattini&Co. La società guidata da Andrea Caraceni ricoprirà il ruolo di global advisor e gestirà direttamente due nuovi comparti azionari long short su Europa e America, denominati Europa 38 e America 38, rivolti al mercato sia istituzionale sia retail. “Questo è un passaggio rilevante per la nostra strategia di crescita. Da un punto di vista strategico, ampliando la gamma dei servizi ai family office, siamo in grado di dare un comparto su misura a ogni singolo family office”, spiega Caraceni. E aggiunge: “il cliente target non è più il cliente private ma il family office stesso. Lo stesso dicasi per la clientela istituzionale, nel senso che vendiamo comparti con caratteristiche specifiche ad hoc anche per loro. In sintesi, abbiamo il ‘su misura’ per il family office e  i clienti istituzionali da una parte e le nostre gestioni tradizionali per il private e le reti di distribuzione e, a cascata quindi, per il retail”.

La Sicav per la clientela retail sarà disponibile a partire da luglio. La soglia di ingresso minima è di 5mila euro, dopo ne bastano 1000.  La società, in questa fase, sta incontrando le varie piattaforme distributive, le reti di pf, le reti bancarie e i consulenti indipendenti. Intanto è probabile che avvierà dei rapporti in questa direzione con realtà con cui ha rapporti storici: Veneto Banca, Copernico SIM e Ubi (a gennaio 2015 CFO SIM ha acquisito il 100% del capitale di Ubi Gestioni Fiduciarie SIM e la nuova realtà si chiama CFO Gestioni Fiduciarie). Precisa il manager: “la nostra è una sinergia che ha funzionato subito dato che condividiamo alcuni aspetti fondamentali quali: la continuità del rendimento, il controllo della volatilità, il controllo dei costi impliciti nel processo di investimento, l’attenta gestione del rischio”. Gli fa eco Andrea Terzariol, vice direttore generale di Banca Zarattini, gruppo che a oggi si rivolge alla propria clientela privata, alle gestioni patrimoniali della clientela svizzera e che è anche banca depositaria. “Le società restano indipendenti ma la nostra sinergia sarà molto importante per un ulteriore sviluppo da parte di entrambi. Siamo due realtà molto diverse ma l’approccio alla gestione è lo stesso”.

La Sicav parte con 230 milioni di euro in gestione. L’obiettivo di raccolta è di arrivare a 300 milioni da qui a fine 2016. CFO SIM, così, punta anche all’estero. “La Sicav è lussemburghese anche per un motivo di internazionalizzazine. Vogliamo portare fuori dai confini nazionali le nostre capacità. Non solo cibo ma anche mondo gestorio”, precisa Caraceni. E conclude: “questa è una mossa fondamentale per poter aggredire una fascia di clientela che prima non riuscivamo a raggiungere, come la clientela istituzionale estera e la clientela retail”. I due nuovi fondi gestiti da CFO SIM (che vanno ad aggiungersi ai sette comparti già presenti all’interno della sicav) puntano a selezionare le migliori 38 azioni dagli universi investibili dello Stoxx600 per l’Europa e dello S&P500 per gli Stati Uniti grazie all’utilizzo di un modello proprietario quantitativo-qualitativo. 

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

I più letti

Prossimi eventi