Buoni motivi per investire nei corporate bond europei


Dopo la Brexit di fine giugno, la rapida elezione di Theresa May come primo ministro, così come le aspettative di un ulteriore stimolo monetario da parte delle Banche centrali, hanno aiutato a calmare i nervosismi del mercato, e le obbligazioni corporate hanno chiuso il terzo trimestre dell’anno in positivo. 

Questo è quanto rilevano gli analisti di Allfunds Bank, che hanno sottolineato come questo trend di crescita è continuato durante i mesi estivi, incoraggiato dalle politiche espansive delle Banche centrali, come il Corporate Sector Purchase Programme (CSPP) della BCE e misure analoghe annunciate dalla Banca d’Inghilterra, e tassi del debito pubblico sempre più in diminuzione: "il mercato delle obbligazioni societarie di alta qualità accumula alla fine di agosto rendimenti intorno al 7% a livello globale, al 6% per l'Europa ed al 9,4% per il mercato americano", hanno rivelato. 

Il mese di agosto è infatti solitamente molto tranquillo, e l’ultimo mese così movimentato per le obbligazioni societarie risale al 2010, quando vennero collocate masse intorno ai 50 miliardi di euro, ma quelli erano gli anni post crisi finanziaria in cui per diverse società era molto difficile, se non impossibile, accedere al credito bancario. 

Settembre invece è stato un mese ben deciso fin dall’inizio, avendo già collocato nella prima settimana 2,26 miliardi di euro in poche sedute, riflettendo quindi i risultati dati dall’attività della BCE che ha accumulato (a settembre) titoli tra governativi e corporate per mille miliardi di euro. A trarre vantaggio da questo scenario non ci sono soltato le società europee ma anche quelle americane, visto che i corporate statunitensi sono diventati sempre più numerosi tra gli emittenti in euro, contando sui costi ai minimi storici nonostante le insistenti previsioni della Fed di un aumento dei tassi americani.

In questo senso, se si confrontano le diverse categorie Morningstar focalizzate sui titoli di debito dell'Eurozona, in termini di rendimento risk/adjusted negli ultimi tre anni, utilizzando ad esempio l'indice di Sharpe, è risultato che non vi è alcuna di queste che spicca maggiormente rispetto alle altre. "Pertanto, è forse più interessante analizzare i risultati dei fondi obbligazionari corporate piuttosto che quelli high yield. In questo confronto, la categoria dei titoli di debito corporate registra chiaramente risultati migliori sia ad uno, che a tre, come a cinque anni", rivela Fernando Luque, redattore finanziario senior per Morningstar Spagna.

Un altro vantaggio dei fondi obbligazionari corporate rispetto a quelli high yield, aggiunge l'esperto, è la loro bassa correlazione (sia nel breve che nel lungo termine) con gli asset azionari, così da avere un "ruolo maggiore di diversificazione all'interno di un portafoglio bilanciato di azioni e obbligazioni".

Da Allfunds Bank sottolineano che tale attività continua ad attirare flussi da parte degli investitori, che sono così costretti a guardare al di fuori dell'universo tradizionale dei titoli di debito governativi per ottenere rendimenti, seppur minimi. "Gli aspetti tecnici di cui sopra, come ad esempio il forte sostegno ricevuto da parte delle Banche centrali, hanno portato a questa buona tendenza, con conseguente restringimento degli spread a livelli storicamente bassi. Il tasso medio d’acquisto della BCE è vicino ai 7 miliardi di euro al mese, superiore alle aspettative ", hanno detto. Inoltre, continuano, l'annuncio della Banca d'Inghilterra nel mese di agosto sugli acquisti di obbligazioni societarie, è stata una lezione salutare per questo mercato.

Tuttavia, da Allfunds Bank ricordano che alla fine di agosto c'è stato un cambiamento di tendenza, con le emissioni finanziarie di alto livello che hanno superato le prestazioni del resto del mercato. Pertanto, date le modeste prospettive di crescita economica, "gli acquisti di obbligazioni da parte delle Banche centrali, in combinazione con i solidi fondamentali delle società, che non presentano per il momento segni di un rimbalzo ai loro livelli di leva finanziaria, potrebbero continuare a sostenere questo mercato".

IN DETTAGLIO 
Caratteristiche dei fondi. Fonte: Allfunds Bank, con dati di settembre 2016. Dati di commissione e investimento minimo di Morningstar Direct.

 

Nome Del Fondo (Statistiche Con Dati Giornalieri) Henderson Hf Euro Corporate Bond X Acc Invesco Euro Corporate Bond E Acc Eur M&G European Corporate Bond A Euro Acc
  SFP_2016_B SFP_2016_B SFP_2016_B
Data Di Lancio 18/12/09 31/3/06 13/1/03
Società Henderson gl. investors Invesco M&G Investments
Indice Di Riferimento N/D N/D N/D
Isin  LU0451950744 LU0243958393 GB0032178856
Valuta Base EUR EUR EUR
Investimento Minimo (Classe Retail) 2.500 EUR 500 EUR 1.000 EUR
Commissione Di Gestione (Classe Retail) 0,75% 1,25% 1,00%
Commissione Di Successo  (Classe Retail) 10% NO NO
Commissione Di Rimborso (Classe Retail) 1,00% NO NO
Commissione Di Sottoscriz. (Classe Retail) NO NO NO
Massima Perdita Giornaliera 1 Anno  -2,80% -3,77% -3,59%
Massimo Guadagno Giornaliero 1 Anno  0,65% 1,00% 0,79%
Volatilità 1 Anno  2,57% 2,43% 4,57%
Ratio Sharpe 1 Anno  1,93 1,54 1,23
Beta 1 Anno  - - -
Alfa 1 Anno - - -
Domicilio LUSSEMBURGO LUSSEMBURGO REGNO UNITO
Nome Del Gestore S. Thariyan/t. ross paul read Stefan Isaacs
Anni Di Esperienza Del Gestore 28/14 30 15
Rating Di Morningstar BRONZE SILVER BRONZE

 

Nome Del Fondo (Statistiche Con Dati Giornalieri) Schroder ISF Euro Corporate Bond B Acc Vontobel Fund - Eur Corporate Bond Mid Yield C
  SFP_2016_ABC SFP_2016_C
Data Di Lancio 30/6/00 16/7/07
Società Schroders Vontobel AM
Indice Di Riferimento Cust Benchm BofA. N/D
Isin  LU0113257934 LU0153585996
Valuta Base EUR EUR
Investimento Minimo (Classe Retail) 1.000 EUR 1 PARTICIPACIÓN
Commissione Di Gestione (Classe Retail) 0,75% 1,50%
Commissione Di Successo  (Classe Retail) NO NO
Commissione Di Rimborso (Classe Retail) NO 0,30%
Commissione Di Sottoscriz. (Classe Retail) NO NO
Massima Perdita Giornaliera 1 Anno  -2,22% -3,24%
Massimo Guadagno Giornaliero 1 Anno  0,74% 1,12%
Volatilità 1 Anno  2,45% 3,15%
Ratio Sharpe 1 Anno  2,82 1,62
Beta 1 Anno  1,19 -
Alfa 1 Anno -0,07% -
Domicilio LUSSEMBURGO LUSSEMBURGO
Nome Del Gestore PATRICK VOGEL MONDHER BETTAIEB
Anni Di Esperienza Del Gestore <20 23
Rating Di Morningstar BRONZE -

 

Henderson Euro Corporate Bond
S. Thariyan/T. Ross gestori del fondo
Fornire un rendimento totale superiore 

ll fondo mira a fornire un rendimento totale superiore a quello generato dall’iBoxx Euro Corporates Index, investendo principalmente in obbligazioni corporate investment grade in euro e in altri titoli a tasso fisso e variabile. Il comparto utilizza una serie di strumenti o strategie per conseguire il proprio obiettivo quali, senza limitazione, forward rate notes, contratti forward su valuta (inclusi non-deliverable forwards), futures su tassi d’interesse, futures obbligazionari e swap OTC, come swap su tassi d’interesse, credit default swap e credit default swap su indici. Il team è composto dai gestori Stephen Thariyan e Thomas Ross. Il fondo ha rating Morningstar Bronze.

 

Invesco Euro Corporate Bond
Paul Read gestore del fondo
Analisi fondamentale con enfasi sulle valorizzazioni

L’obiettivo del comparto è conseguire nel medio-lungo termine un rendimento complessivo competitivo in euro sugli investimenti, con una relativa sicurezza del capitale rispetto agli investimenti azionari. I gestori investono almeno due terzi delle attività totali (senza tener conto delle attività liquide accessorie) in titoli o strumenti di debito denominati in euro di emittenti societari, principalmente in obbligazioni a tasso fisso e variabile investment grade (almeno “Baa” secondo Moody’s), e in altri titoli di debito che abbiano un’analoga qualità del credito, emessi da società di tutto il mondo oppure emessi o garantiti da un governo, da un’agenzia governativa, o da un’organizzazione sovranazionale o pubblica internazionale di tutto il mondo.

 

M&G European Corporate Bond
Stefan Isaacs gestore del fondo
Diversificazione tra emittenti, settori e regioni 

Il fondo mira a generare crescita del capitale e un livello di reddito più elevato di quello disponibile tramite l'investimento in titoli a reddito fisso governativi europei con simili scadenze. Almeno il 70% del fondo è investito in titoli a reddito fisso investment grade emessi in qualsiasi valuta europea. Il gestore  investe altresì in titoli a reddito fisso ad alto rendimento e in titoli a reddito fisso emessi da governi europei o da entità connesse a tali governi in qualsiasi valuta europea. I derivati possono essere utilizzati per contribuire a realizzare l'obiettivo e ridurre il rischio, minimizzare i costi e/o generare capitale o reddito addizionale. Il fondo è gestito da Stefan Isaacs e rientra nel rating Morningstar Bronze.

 

Schroder EURO Corporate Bond
Patrick Vogel gestore del fondo
Generare una crescita del capitale e reddito

Il fondo mira a generare una crescita del capitale e reddito, investendo almeno due terzi del fondo (liquidità esclusa) in obbligazioni, denominate in euro, emesse da società di tutto il mondo, ed un massimo del 20% in obbligazioni emesse da governi e agenzie governative. L’attrattiva principale del mercato delle obbligazioni societarie consiste nel pagamento di interessi più elevati rispetto a quelli corrisposti dalle obbligazioni governative, e quindi la possibilità di guadagni maggiori nel lungo periodo. Le obbligazioni societarie tendono inoltre ad essere meno volatili rispetto ai titoli azionari. Il fondo può investire anche in altri strumenti finanziari e detenere liquidità. Possono essere utilizzati strumenti derivati.

 

Vontobel Fund - Eur Corporate Bond Mid Yield C
Mondher Bettaieb gestore del fondo
I fondamentali degli emittenti e la liquidità sono la chiave

Il fondo ha una gestione attiva e ha l’obiettivo di conseguire un rendimento superiore a quello medio dei titoli investment grade, concentrandosi sulla fascia più bassa di tale segmento. Le decisioni d'investimento si basano su un'analisi fondamentale top-down e bottom-up, mediante la valutazione delle economie, dei contesti settoriali, degli emittenti e delle loro strutture patrimoniali. Il patrimonio del fondo viene investito principalmente in titoli di emittenti di diritto pubblico e/o privato denominati in euro di rating medio, di cui circa il 67% è investito in obbligazioni societarie. Se necesario, il fondo utilizza inoltre strumenti derivati a scopo di copertura.


 

Altre notizie correlate


Prossimi eventi