Tags: Business |

Barroyer (SGSS): “Siamo un gruppo internazionale con una precisa identità locale”


Nel corso degli ultimi anni la complessità del mercato e un quadro normativo mutevole hanno portato ad una profonda evoluzione del ruolo di banca depositaria. Infatti, sta diventando riduttivo parlare di banca depositaria: in Italia troviamo player internazionali che svolgono l'attività di securities services come core business, offrendo una serie di servizi aggiuntivi come la gestione del collateral, l’attività di transfer agent per i fondi di diritto italiano e esteri, la gestione del securities lending e del clearing derivati. 

Il ruolo di SGSS sul mercato italiano

Pur facendo parte di un gruppo internazionale, SGSS ha mantenuto una precisa identità locale, con l’obiettivo di garantire una presenza in tutti i segmenti di clientela in Italia. “Siamo cresciuti molto sul mercato italiano negli ultimi 10 anni, sia con clienti banche che SGR, fondi e casse di previdenza. Abbiamo una strategia focalizzata sul mondo previdenziale, sui fondi pensione, casse di previdenza, fondi di investimento italiani con il ruolo di banca depositaria ma anche su fondi esteri in qualità di local transfer agent”, spiega Frédéric Barroyer, amministratore delegato di Société Générale Securities Services

In ambito previdenziale, la casa francese svolge il ruolo di ‘depolike’ per le casse di previdenza. Nonostante per le casse di previdenza non sia ancora obbligatorio avere una banca depositaria, alcune di loro hanno deciso di aumentare il livello di controllo delle loro attività dotandosi di un servizio identico a quello di banca depositaria (anche se legalmente non può essere definito tale), per proteggere i loro asset. A tal proposito, la società ha sviluppato il NOVE, un servizio di supporto che consente ai clienti previdenziali di monitorare l’andamento del loro patrimonio. “NOVE mette in evidenza le peculiarità di SGSS, una banca internazionale che riesce a sviluppare servizi e prodotti anche per realtà locali. Offriamo ai nostri clienti una visione complessiva non solo sulla performance, ma anche sui rischi per monitorare ogni giorno quasi in tempo reale l’andamento del loro patrimonio”, spiega l’AD.

Il ruolo dell’innovazione

Gli investimenti nell’innovazione sono fondamentali per svolgere l’attività di securities services in modo efficiente, cercando di integrare, efficientare e standardizzare i processi. Tra le soluzioni innovative implementate dalla casa francese troviamo Orchestra, che abbina le competenze in materia di compensazione di Newedge, la principale divisione di Société Générale specializzata nei servizi di compensazione, ai servizi completi di reporting e trattamento post-trading dei prodotti derivati proposti dalla società. “Mettiamo ‘in musica’ diverse business line del gruppo Société Générale al fine di offrire ai nostri clienti un servizio di trade depository, trade reporting, clearing e collateral management. Per quanto riguarda il collateral, offriamo un servizio globale: abbiamo diversi livelli di azione, dall’administration al management, fino all’optimization”, afferma Barroyer. SGSS investe molto sull’organizzazione dei dati, in particolare in Big Data, Smart Data e Small Data. “È importante utilizzare i dati a servizio dei nostri clienti. Oganizziamo sessioni di lavoro con partner, colleghi dell’IT, fintech e startup al fine di sfruttare al meglio i dati. Puntiamo molto su questo tema anche in Italia”, spiega l'AD. Un altro ambito nel quale la società sta investendo è rappresentato dal BlockChain. SGSS è tra le sette banche europee che lo scorso 16 gennaio 2017 hanno deciso di unire le forze firmando un protocollo d’intesa per la messa a punto finale della piattaforma comune per la gestione ed il regolamento delle transazioni commerciali delle piccole imprese.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi