Tags: Nuovi prodotti | ETF |

Un nuovo ETF a misura di PIR per Amundi e iShares


L'obiettivo è triplice: costruire portafogli a misura di PIR, sostenere l’economia reale e il mondo delle PMI e incentivare al contempo il risparmio di lungo periodo. Sono queste le idee alla base dei due ETF PIR sbarcati sul mercato italiano. Amundi amplia la propria gamma di ETF esposti all’azionario italiano con la quotazione su Borsa Italiana di AMUNDI ETF FTSE ITALIA PIR UCITS ETF DR. Il prodotto risponde alla domanda crescente degli investitori di un ETF conforme alla normativa PIR, che dia accesso al potenziale di crescita delle piccole e medie imprese italiane, senza rinunciare alla liquidità. In particolare, questo ETF, qualificabile come OICVM PIR compliant, è il primo ETF che replica l’indice FTSE ITALIA PIR Benchmark che annovera al suo interno i titoli del FTSE MIB e quelli dell’indice FTSE Italia PIR PMI Plus, composto dalle 80 azioni quotate più liquide di società di piccola e media capitalizzazione di diritto italiano.  

Si amplia la gamma di iShares sul mercato italiano con un nuovo ETF a misura di PIR: iShares FTSE Italia Mid-Small Cap UCITS ETF (IPIR) è ora disponibile per gli investitori retail.  Il fondo replica il FTSE Italia PIR Mid Small Cap, indice costruito per riflettere i requisiti della nuova legge italiana sui vantaggi fiscali legati ai Piani Individuali di Risparmio (PIR), se l’investimento è mantenuto per almeno cinque anni. Con il nuovo fondo gli investitori possono ottenere un’esposizione trasparente e diversificata tramite un unico strumento ad oltre 150 società di piccola e media capitalizzazione del mercato azionario italiano, con l’esclusione di società appartenenti al settore immobiliare o costituite fuori dall’Italia. In particolare, l’universo investibile del fondo è costituito per l’86% da titoli di società mid cap, mentre le small cap rappresentano il restante 14% dei componenti dell’indice di riferimento.

Società

Altre notizie correlate


A tutto PIR

I nuovi prodotti alla prove dei numeri: dopo un primo trimestre incerto, i piani individuali di risparmio registrano il primo vero boom negli ultimi mesi, portando la raccolta del semestre a 5,3 miliardi.

Prossimi eventi