Amit Lodha (Fidelity Global Focus Fund): “Le ultime fasi dei cicli possono essere più difficili da gestire”


Lodha vanta un’esperienza di più di 16 anni nel settore degli investimenti. È entrato a far parte di Fidelity nel 2004 in qualità di analista. Dopo aver trascorso i suoi primi tre anni occupandosi della borsa indiana, nel 2006 Lodha è diventato responsabile del settore finanziario dell’Asia (Giappone escluso) e un anno dopo è passato alla posizione di analista del settore globale delle materie prime, iniziando a occuparsi di società di materiali di base. Nel 2008 è stato nominato gestore dell’FF Global Industrials Fund e ad ottobre del 2010 ha assunto la gestione del FF Global Focus Fund, fondo azionario globale tra i Consistenti di Funds People. Lodha ritiene che le borse non siano del tutto efficienti e che pertanto sia possibile identificare i singoli titoli che godono di prospettive future migliori o peggiori rispetto al mercato nel suo complesso. Per trarre il massimo vantaggio, il gestore cerca le migliori opportunità di investimento in società con driver di crescita strutturali e un solido potere di controllo dei prezzi.

“La divergenza delle politiche monetarie, tra Stati Uniti da una parte e il resto del mondo dall’altra, sono un fattore chiave, che favorisce la volatilità del mercato. Anche il rallentamento della crescita economica mondiale sta facendo sì che gli investitori siano più cauti. La correzione dei mercati di inizio anno ha portato gli investitori a temere per le prospettive della crescita globale, mettendo in discussione anche la capacità delle autorità cinesi di gestire la transizione economica del Paese. Questa, insieme ad altre sfide strutturali, rendono necessario un approccio cauto, nel contesto attuale. Inoltre è importante tenere d’occhio la relazione tra l’andamento dei titoli bancari e quella dell’oro, dal momento che ciò può aiutare a comprendere il sentiment del mercato.

“L’andamento dei titoli bancari suggerisce di mantenere un approccio cauto. Presto inoltre attenzione al settore dell’energia che può influenzare, sia in positivo che in negativo, l’andamento dei differenti settori e segmenti. E’ inoltre importante  monitorare l’inflazione, anche se nessuno sembra ritenere probabile che questa possa ripresentarsi da un momento all’altro. Infine è opportuno tenere in considerazione i rischi politici, come il referendum sull’UE nel Regno Unito, le elezioni tedesche e quelle statunitensi”

Anche se il gestore si concentra primariamente sull’analisi bottom-up delle singole aziende e delle loro prospettive future, Amit Lodha nella gestione azionaria include anche analisi degli scenari macroeconomici che possono influenzare l’andamento dei mercati. Al riguardo Lodha ritiene che “nei mesi restanti di questo 2016 la macroeconomia sarà dominata da quattro fattori: il dollaro, la Fed, il petrolio e la Cina”, conclude.

Una attenta analisi di quanto avviene a livello economico-finanziario, insieme ad approfondite ricerche sia sulle singole aziende più interessanti, che sui fornitori, i clienti, e i concorrenti di ogni società, possono dunque supportare efficacemente l’investimento finalizzato alla crescita, mantenendo al contempo un solido controllo dei rischi e quindi mitigando così l’impatto di eventuali fasi ribassiste o di episodi di volatilità dei mercati.     

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi