Tags: Business |

Allfunds Bank vuole crescere nel 2016 con l'acquisto di piattaforme di fondi in Europa


"Vogliamo dare una nuova spinta alla nostra espansione internazionale, sia internamente che mediante acquisizioni in Europa". Le parole di Juan Alcaraz, CEO di Allfunds Bank, durante un evento celebratosi giovedì scorso a Madrid, riassumono la forte scommessa sulla crescita della piattaforma istituzionale di fondi.

Se fino ad ora lo sviluppo dell’entità non aveva preso in considerazione l’acquisizione di altre piattaforme, a partire dal 2016 la strategia cambierà e le prime operazioni potrebbero realizzarsi prossimamente. In un’intervista rilasciata a Funds People nel 2013, Juan Alcaraz manifestava l’obiettivo di “consolidare la nostra posizione di leadership in Europa, rafforzando allo stesso tempo la nostra presenza in due regioni ad alta crescita, America Latina e Medio Oriente”. Dal suo punto di vista, la chiave consisteva nell’accedere ai mercati con grande volume e che già all’epoca aveva individuato in Svizzera, Germania e Francia. “Vogliamo godere di una posizione  centrale nei sei grandi mercati europei (quelli prima menzionati, più Spagna, Italia e Regno Unito, nei quali Allfunds Bank è già presente) senza dimenticare i Paesi del nord e il Benelux”.

Secondo la società di analisi The Platforum, il mercato europeo delle piattaforme è fortemente frammentato e possiede gruppi che dominano a livello locale ma che non hanno dato il salto all’estero. Ciò accade sia nel Regno Unito che in Europa Continentale. È il caso di Attrax di Union Investments e Fondsdepot Bank o ebase in Germania, UBS Fondcenter di UBS e Fundlab di Credit Suisse in Svizzera, Axeltis di Natixis, FundChannel di Amundi e Fundquest di BNP Paribas, in Francia. Nell’accesso ai mercati europei dove non è ancora presente, Alcaraz crede di avere dalla sua un vantaggio importante: “Siamo l'unica entità europea ad aver avuto successo al di fuori del suo mercato nazionale". Allfunds Bank è la piattaforma europea leader rivolta esclusivamente alla clientela istituzionale. Creata nel 2000, intermedia più di 210 miliardi di euro. Attualmente è presente in Spagna, Italia, Regno Unito, Cile, Emirati Arabi Uniti, Lussemburgo, Svizzera e Colombia.

Piattaforma multi prodotto

Durante l'evento, Alcaraz ha anche annunciato la trasformazione che ha in mente e che permetterà di passare da una piattaforma di soli fondi a una multi prodotto. “Quest’anno vogliamo offrire la possibilità di operare con ETF e dal prossimo di farlo con azioni e obbligazioni” in modo da poter offrire un servizio integrale ai clienti. 

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi